Commissioni estero per chi usa Postepay

Commissioni estero per chi usa Postepay

Quando si parla di Postepay commissioni estero, si è portati a pensare che utilizzare un metodo di pagamento tipicamente italiano, creato dalle Poste e largamente utilizzato per i vari servizi offerti e per i costi davvero bassi, nel nostro paese, sia invece molto costoso se utilizzato all’estero o dall’estero.

Postepay è una carta prepagata appartenente al circuito Visa Electron, quindi utilizzabile anche all’estero, le commissioni se utilizzata da un Paese che non sia l’Italia subiscono delle leggere variazioni, ma davvero esigue. A seconda del Paese nel quale ci si trova è possibile notare anche alcune differenze nelle modalità per eseguire i pagamenti, i prelievi di contanti e le ricariche.

Tutte le normali operazioni che si possono effettuare dall’Italia sono fruibili anche all’estero: acquisti online, pagamenti tramite pos, e prelievi di contante anche con cambio valuta se necessario; i punti vendita, i ristoranti, i locali, i centri commerciali e gli alberghi all’estero accettano senza problemi la nostra Postepay.

Quindi riepilogando le operazioni consentite all’estero utilizzando Postepay sono: tutti gli acquisti sui Pos convenzionati,
prelievi di denaro contante in tutti gli sportelli ATM Postamat; prelievi agli sportelli con logo Visa Electron, le ricariche telefoniche; pagamenti tramite bollettini cartacei e servizi Tim estero, e servizi online sezione bollettino della carta. Postepay può essere associata anche al proprio conto Paypal per movimenti di denaro veloci e sicuri.

La carta prepagata Postepay non può ricevere bonifici bancari né effettuarne; i costi di commissione all’estero sui prelievi di contante sono i seguenti: sul territorio dell’Unione Europea la commissione è di 1,75€; in territorio non europeo la commissione è di 5,00€ compreso il cambio valuta da sportello Atm, da ufficio Sisal solo 2€.

La Postepay all’estero è ricaricabile nei seguenti modi:

  • da un’altra carta Postepay sul sito on-line;
  • da un conto Bancoposta sempre on-line;
  • da un ufficio postale italiano;
  • da un ufficio o sportello del circuito Sisal.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *